Chi Siamo

Codici biblioteca
SBN: RMS IC
ACNP-NILDE: RM005
Anagrafe ICCU: RM1176

La Biblioteca centrale – intitolata al Prof. Giovanni Boaga, insigne matematico – è incardinata nella Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale: essa è di supporto alla didattica e alle attività di ricerca dei dipartimenti che afferiscono alla Facoltà. I suoi servizi si rivolgono in particolar modo alla comunità universitaria di Sapienza (studenti, professori, ricercatori, personale tecnico-amministrativo), ma l’accesso alla sala di studio e alla sala di consultazione – riservata alla sola consultazione del materiale antico – è libero ed assicura più di 200 posti a sedere, nell’arco delle 55 ore di apertura settimanale.

Le sale sono dotate di wi-fi; al loro esterno è possibile usufruire di uno spazio relax e di un punto bookcrossing.

La Biblioteca è stata ristrutturata nel 1976 ad opera di Enrico Mandolesi, professore emerito di Architettura tecnica, che ha inserito elementi architettonici moderni nella preesistente struttura antica ottocentesca.

La vicinanza al Colosseo e alla Chiesa di S. Pietro in Vincoli inserisce la struttura in una rete di forte interesse turistico; la biblioteca ha, essa stessa, un’importante tradizione: fu costruita nel 1873 come Biblioteca della Scuola di Applicazione degli Ingegneri in Roma – successiva alla Scuola di Ingegneria istituita da Pio VII nel 1817 – negli spazi del monastero dei Canonici Lateranensi. Si conservano a tutt’oggi il ballatoio in legno e l’antico portale della biblioteca dei Canonici Lateranensi, così come libri antichi molto preziosi provenienti dalla loro biblioteca. Le conoscenze del primo direttore della Biblioteca, Valentino Cerruti, nei rami della matematica pura e applicata, seppero poi dare alle collezioni una tale ampiezza d’indirizzo da farne la prima biblioteca del settore in Italia.

La biblioteca propone oggi alla propria utenza 1090 testate di periodici, di cui la maggior parte disponibile a distanza, circa 28000 monografie riguardanti principalmente gli insegnamenti della Facoltà e una collezione di libri antichi di 710 esemplari.

La maggior parte dei libri antichi sono stati digitalizzati all’interno del progetto Google Books e le relative digitalizzazioni sono disponibili sul catalogo.

 

Immagine1